Caso Skripal: Opac conferma uso di gas nervino.Il rapporto

0
2

Lo dicono gli ispettori dell’Organizzazione Internazionale per la Proibizione delle Armi Chimiche. Boris Johnson: è stata la Russia. In allegato il rapporto

Il 4 marzo a Salisbury è stato usato il gas nervino contro l’ex-spia russa Serghej Skripal e la figlia Yulia.

A confermare quanto rilevato dagli investigatori britannici dopo l’intossicazione di Skripal e della figlia, è arrivato il rapporto dell’Opac, l’Organizzazione Internazionale per la Proibizione di Armi Chimiche.

Il lavoro è stato condotto da un team di ispettori dell’Organizzazione. Il rapporto non specifica il nome della sostanza, ma solo che si tratta di un agente nervino. I britannici avevano parlato di un gas appartenente alla famiglia degli agenti novichok, studiati nelle aree dell’ex-Unione Sovietica.

Il rapporto Opac non contiene il nome della sostanza e neppure un’accusa esplicita alla Russia. Tuttavia, il ministro degli esteri britannico Boris Johnson ha detto che dopo il lavoro degli ispettori non possono esserci dubbi sulla responsabilità di Mosca.


Il rapporto Opac


Advertisements
Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here