Annunci
Servizi dal mondo

Cosa sappiamo sull’attacco chimico a Duma, Siria

Russia e Siria negano attacco chimico. Stati Uniti accusano duramente Damasco. Trump scrive che Assad è un animale.

Cosa sappiamo dell'attacco chimico a Duma, in Siria Cosa sappiamo dell'attacco chimico a Duma, in Siria

C’è un video girato dai “caschi bianchi”, i volontari del soccorso operativi nella Ghuta orientale, che mostra i corpi senza vita di uomini, donne e bambini dentro un appartamento con la schiuma alla bocca.

Ci sono altre riprese da fonti non verificate, alcune girano nel web, che mostrano bambini che piangono durante le cure in centri medici.

Finora non è ancora possibile stabilire quello che è successo a Duma. Neppure il numero certo delle vittime. La fonte dell’Osservatorio Siriano sui Diritti Umani con sede a Londra, che ispira alcuni media internazionali, pubblica numeri e dà per certo l’attacco chimico. Non può però considerarsi una fonte affidabile, dato che è l’espressione dei ribelli anti-Assad. Quindi poco imparziale.

Per quanto riguarda le vittime, dobbiamo per ora attenerci a quanto riferisce l’Unione delle organizzazioni mediche operative su Ghuta orientale. Che ha detto alla BBC che le vittime accertate finora sono 70. Addirittura, secondo la società medica siriana in America, sono almeno 48 i morti che mostrano segni indicativi di esposizione a agenti chimici.

E il servizio di emergenza a Duma ha detto che sono circa 1000 le persone ricoverate nei centri medici con sintomi da sostanze chimiche.

Il sospetto attacco chimico pone comunque alcune questioni.

Civili, famiglie, bambini possono continuare a convivere con il terrore e il sangue? I ribelli combattenti contro Assad credono che valga la pena continuare la battaglia visto il prezzo di sangue che devono pagare?

Una situazione particolare riguarda la Russia. Difende la Siria negando le accuse sull’uso di armi chimiche. Come può la Russia avere credibilità quando è sotto accusa a livello internazionale per l’uso di gas nervino nell’affare Skripal?

E infine, dopo la rappresaglia Usa a seguito dell’attacco chimico a Khan Sheikhoun in Siria il 4 aprile 2017 cosa faranno gli Stati Uniti e la comunità internazionale?

Annunci
Informazioni su Redazione ()
Magazine online di politica estera e attualità internazionale. Si occupa di informazione sui temi della diplomazia, economia internazionale, cultura e sviluppo.

1 Trackback / Pingback

  1. Gli Stati Uniti useranno la forza dopo l’attacco chimico a Duma? – Notiziario Estero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: