Annunci
Servizi dal mondo

Urbi et Orbi del Papa per le crisi internazionali

Nel messaggio di Pasqua in piazza San Pietro, Papa Francesco parla dei principali temi di politica internazionale che mettono a rischio la pace del mondo.

Vaticano urbi et orbi 2018 La politica internazionali nel messaggio del Papa durante l'Urbi et Orbi. Almeno 80.000 persone in piazza San Pietro (foto Notiziario Estero)

Città del VaticanoSiria, Sud Sudan e Repubblica Democratica del Congo. Ma anche la crisi in Terra Santa e quella nella penisola coreana. Sono gli argomenti principali che Papa Francesco ha ricordato dalla balconata della Basilica di San Pietro durante il tradizionale messaggio di Pasqua. A ascoltarlo nella piazza e vie circostanti c’erano almeno 80.000 persone. Piazza San Pietro è stata “colorata” di fiori provenienti dall’Olanda, una tradizione risalente al 1985.

Il Papa ha ricordato che il messaggio più importante del Cristianesimo è quello di dare la speranza a chi soffre e vive situazioni di povertà, di violenza e di guerra. Questo vale soprattutto per i rifugiati e i migranti.

“Oggi preghiamo per la pace nel mondo, e in particolare per l’amata ma martoriata Siria il cui popolo è sottoposto a una guerra che appare infinita”, ha detto Papa Francesco. Che poi ha aggiunto: “Questa Pasqua possa con la luce del Cristo risorto illuminare le coscienze di tutti i leader politici e militari e metta fine alla carneficina in corso”. Il messaggio del Papa è stato di cessare il conflitto, rispettare i diritti umani e garantire le condizioni per il ritorno dei rifugiati. Nei cinque anni del suo Pontificato, Papa Francesco ha sempre condannato il conflitto siriano e dimostrato di seguire da vicino tutti gli avvenimenti.

Proseguendo nel suo messaggio pasquale, Bergoglio si è soffermato sulle violenze in corso in Terra Santa, chiedendo una ripresa della riconciliazione. Il Papa ha espresso il dolore per i morti durante gli scontri di questi giorni alla frontiera tra Gaza e Israele. L’invito rivolto al Medio Oriente e allo Yemen è stato quello di tornare al dialogo e al rispetto reciproco abbandonando la violenza e le divisioni.

Per quanto riguarda la penisola coreana, il Papa ha auspicato che l’avvio recente del dialogo e la prospettiva di negoziati mettano fine alle divisioni e riportino armonia e pace nella regione coreana.

Francesco ha anche espresso la sua speranza perché finiscano le tensioni e le violenze in Ucraina e Venezuela.

L’Urbi et Orbi, frase in latino che significa alla città e al mondo, è un messaggio papale con benedizione che avviene solo in poche occasioni: a Natale, a Pasqua e subito dopo l’elezione di un nuovo pontefice.

Ovidio Diamanti

Annunci
Informazioni su Redazione ()
Magazine di politica estera e attualità internazionale. Approfondisce i temi della diplomazia, economia internazionale, cultura e sviluppo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: