Annunci
Servizi dal mondo

L’Ue riconoscerà la Palestina dopo la richiesta di Abu Mazen?

cosa farà l'Ue con la richiesta di riconoscimento di Abu Mazen L'incontro tra Abu Mazen e Federica Mogherini a Bruxelles. Il leader palestinese ha chiesto all'Ue di riconoscere lo Stato di Palestina.

Il presidente palestinese Abu Mazen ha incontrato a Bruxelles l’Alto Commissario per la politica estera Ue Federica Mogherini. Il capo dell’Autorità Nazionale Palestinese (Anp) ha fatto un appello all’Unione Europea perché riconosca la Palestina come Stato.

Secondo Abu Mazen l’Europa può riconoscere lo Stato palestinese senza mettere in pericolo il percorso di pace. La richiesta del leader dell’Anp arriva nello stesso giorno in cui il vice-presidente Usa Mike Pence ha annunciato che lo spostamento dell’Ambasciata americana a Gerusalemme avverrà entro la fine del 2019.

In un precedente articolo su Notiziario Estero scrivevo che ora tocca all’Ue avere il coraggio di prendere una posizione e riconoscere lo Stato Palestinese. Ciò perché è assurdo continuare a parlare di “Due Stati” come presupposto del percorso di pace, ma nessuno vuole spendersi a riconoscere uno dei due Paesi, cioè lo Stato di Palestina.

Ribadisco quanto scritto. L’Ue deve fare un salto di qualità politica, mollare il carro americano e entrare finalmente a pieno titolo e con forza nell’olimpo della politica internazionale.

Annunci
Informazioni su Redazione ()
Magazine online di politica estera e attualità internazionale. Si occupa di informazione sui temi della diplomazia, economia internazionale, cultura e sviluppo.

3 Commenti su L’Ue riconoscerà la Palestina dopo la richiesta di Abu Mazen?

  1. sfortunatamente l’Europa, come entità politica, non esiste. se esistesse potrebbe riconoscere liberamente e indipendentemente lo stato palestinese anche senza “mollare il carro americano” come auspica il redattore dell’articolo

    Mi piace

  2. Sarebbe però l’occasione per l’Ue da cogliere al volo per iniziare a avere un ruolo diplomatico

    Mi piace

  3. Condivido pienamente la tesi dell’articolo,che ho già sostenuto in svariate sedi;oggi è particolarmente appropriata per contrastare l’aggressiva prepotenza dell’asse Netanyahu – Trump,che vuole imporre allo Stato palestinese l’inammissibile status di “bantustan” di sudafricana memoria,come risulta da recenti interventi in materia,dimenticando ancora una volta che “opus iustitiae pax”!
    Nearco7

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: