Lo Stato Islamico non controlla più Raqqa

0
0

Guerra all’Isis:  le forze curde sostenute dagli Stati Uniti hanno liberato il 70% della roccaforte del Califfato in Siria.

L’Isis non ha più il controllo di Raqqa, la roccaforte del Califfato in Siria. Le forze curdo-arabe, sostenute dalla coalizione anti-Isis guidata dagli Stati Uniti, hanno liberato il 70% della città siriana a nord del fiume Eufrate. Ora rimangono circa 400 miliziani jihadisti in quella che era considerata la “capitale” dello Stato Islamico. Gli uomini del Califfo si sono asserragliati nella zona nord-occidentale di Raqqa, l’ultima area ancora non liberata. Lo scrivono media arabi, citati dall’agenzia Ansa.

La battaglia per la liberazione di Raqqa è cominciata alla fine dello scorso maggio. L’intensificazione dell’attacco è avvenuta nel mese di luglio, quando le forze curdo-siriane sono entrate a Raqqa. Le milizie hanno sfondato le linee dell’Isis all’altezza del quartiere sud-occidentale di Yarmuk. Gli aerei della coalizione continuano a bombardare la città, aprendo la strada alle milizie di terra. L’ingresso a Raqqa ha aperto la strada a un’avanzata verso il centro città, dove ci sono le centrali di comando dello Stato Islamico. Dopo la caduta di Mosul, la liberazione di Raqqa dall’Isis sarebbe il colpo definitivo all’organizzazione del Califfato.

Advertisements
Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here