Annunci
Servizi dal mondo

Trump Putin: primo incontro porta tregua in Siria

Al G20 di Amburgo, Putin assicura a Trump nessun Russiagate. 

Primo incontro ufficiale tra Putin e Trump a Amburgo durante il G20 Primo incontro ufficiale tra Putin e Trump a Amburgo durante il G20

Il primo incontro ufficiale tra Donald Trump e Vladimir Putin è stato all’insegna della “chimica” secondo le parole usate dal ministro degli esteri russo Sergej Lavrov, presente all’incontro insieme alla sua controparte americana Rex Tilerson.

I due capi di stato non hanno mancato di mostrarsi reciprocamente i muscoli, nonostante i saluti cordiali dell’inizio. Come due pugili sul ring, dopo le frasi di cortesia, “E’ un piacere conoscerla” il “piacere è tutto mio” non sono mancati momenti di scontro, stando a quanto riferiscono le agenzie internazionali che citano fonti ufficiali russe e americane.

Tuttavia l’incontro sembra essere andato bene e capo della diplomazia russa Lavrov ne dà un giudizio positivo.

Il punto più importante al centro della discussione è stata la Siria. Trump e Putin hanno stabilito una tregua parziale nella parte sudoccidentale del Paese. Il cessate il fuoco scatta dalle 12.00 di oggi. E’ un segnale importante perché esprime la volontà di entrambe le potenze a trovare un accordo comune sul Paese e avviare un percorso per scrivere la parola fine.

Sul fronte interno Trump ha puntato molto a avere segnali da Putin sul Russiagate. La questione è nota e sta mettendo in forte difficoltà il presidente degli Stati Uniti in patria. L’accusa è quella che Trump avrebbe avuto aiuto da Putin durante le elezioni 2016 con un’ingerenza russa (anche con mezzi informatici) in un processo democratico come quello elettorale. Una cosa che a Trump fa rischiare l’impeachment, cioè la messa in stato d’accusa.

A Amburgo il presidente Usa ha chiesto rassicurazioni a Putin. Il quale ha spiegato e ribadito che non c’è stata alcuna interferenza di Mosca nelle elezioni americane e neppure nei confronti del Partito Democratico (il riferimento è alla questione delle mail di Hillary Clinton).

La garanzia data da Putin a Trump dovrebbe essere una leva per aiutare il presidente Usa in casa? Probabilmente no. Serve più che altro a dare fiducia al partito repubblicano dello stesso Trump, al cui interno qualcuno cominciava a pensare al soccorso di Putin. Un modo per avere l’appoggio dei parlamentari repubblicani nel caso di impeachment.

Impensabile ritenere che serva per cambiare il punto di vista dell’opinione pubblica negli Stati Uniti. Come può l’accusato (Putin) dare garanzie al suo ipotetico complice (Trump) e pensare che tutti si tranquillizzano? E’ come il vecchio detto del bue che dà del corntuo all’asino e tutti si riappacificano.

Annunci
Informazioni su Redazione ()
Magazine online di affari internazionali. Si occupa di informazione sui temi della diplomazia, economia internazionale, cultura e sviluppo.

1 Commento su Trump Putin: primo incontro porta tregua in Siria

  1. Mi trovo ora nel sud degli Stati Uniti dove in quotidiani, telegiornali, e opinione pubblica il russiagate è completamente ignorato. Mi viene quasi il dubbio che sia una invenzione della stampa democratica specialmente niuorchese che parla di un possibile ipeachement solo perché lo spera. Aspettiamo e vedremo, la Storia richiede pazienza

    Liked by 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: