Annunci
Servizi dal mondo

Stati Uniti accusano i cartelli della droga messicana di collaborare con l’Isis

Il Segretario di Stato Usa Rex Tillerson lancia l'allarme durante un'udienza parlamentare.

Rex Tillerson è il nuovo Segretario di Stato Usa. Rex Tillerson è il nuovo Segretario di Stato Usa.

“Abbiamo il sospetto che i cartelli messicani della droga collaborino con lo Stato Islamico”. A denunciare le connessioni tra gruppi criminali messicani e i terroristi dell’Isis è il Segretario di Stato Usa Rex Tillerson, durante una seduta parlamentare.

Secondo il capo della diplomazia degli Stati Uniti, i gruppi criminali del Messico hanno avviato un network di collaborazione con altri cartelli della droga nel mondo, ma anche con i movimenti terroristici inclusi i jihadisti.

La dichiarazione di Tillerson non è casuale. Vera o meno che sia, Tillerson cavalca la teoria di una parte del Partito Repubblicano secondo cui l’immigrazione irregolare diventa un problema di sicurezza nazionale degli Stati Uniti.

Tillerson ha anche informato i parlamentari che il Dipartimento di Stato sta collaborando con le autorità messicane nello sforzo di combattere le organizzazioni transnazionali criminali e terroristiche.

 

Annunci
Informazioni su Redazione ()
Magazine online di affari internazionali. Si occupa di informazione sui temi della diplomazia, economia internazionale, cultura e sviluppo.

1 Commento su Stati Uniti accusano i cartelli della droga messicana di collaborare con l’Isis

  1. gli USA hanno inventato l’acqua calda, direi quasi come sempre… le grandi organizzazioni di criminalità organizzata (Mafia, Camorra, N’drangheta,Cartelli….) hanno sempre e da sempre individuato i gruppi sovversivi come buoni clienti per il proprio traffico di droga e armi. La droga serve a comperare armi che servono anche a conquistare mercati di traffico di droga che poi serve a comperare armi….è il serpente che si morde la coda. Nel nostro piccolo abbiamo osservato le BR che avevano connessioni costanti con la criminalità organizzata e con il traffico di droga. Il fine giustifica i mezzi, ammesso che il fine sia giustificato da qualcosa

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: