Annunci
Servizi dal mondo

Siria. I quattro punti al centro del sesto round di Ginevra

Riparte il nuovo round di colloqui tra delegazioni di Assad e dei ribelli. Per Assad non porterà a niente. I tanto il presidente siriano respinge le accuse dei forni crematori.

riparte sesto round negoziati Ginevra sulla Siria

La sede Onu di Ginevra. Sono ripartiti il 16 maggio i negoziati siriani tra delegazione di Assad e quelle dell'opposizione.

riparte sesto round negoziati Ginevra sulla Siria La sede Onu di Ginevra. Sono ripartiti il 16 maggio i negoziati siriani tra delegazione di Assad e quelle dell'opposizione.

Ripartono per la sesta volta i negoziati di Ginevra sulla Siria. La prima volta fu nel 2015. Da allora non si è ancora fatto un passo in avanti.

A dare l’annuncio del nuovo round negoziale è stato l’Onu nella persona dell’ambasciatore Staffan De Mistura, incaricato dal Segretario Generale delle Nazioni Unite a seguire le vicende siriane.

La porta di questo sesto round negoziale è stata aperta dagli accordi raggiunti a Astana, in Kazakhstan, il mese scorso.


Cosa prevede l’accordo di Astana sulla Siria


Astana ha permesso di convincere i ribelli a tornare al tavolo dei negoziati. Di fatto superando la loro scelta di non partecipare più a alcun tavolo insieme alle delegazioni di Damasco del presidente Baschar al- Assad.

Al centro del sesto round di Ginevra ci sono quattro punti.

  1. Transizione politica in Siria. E’ uno dei temi più importanti che contrappone Stati Uniti e Russia. Molto ruota sul destino di Assad. Per i russi deve decidere il popolo siriano se Assad debba partecipare o meno alla fase di transizione politica che deve portare a un nuovo governo. Per gli americani, il presidente siriano deve andarsene. Trump però non ha ancora bene espresso la sua posizione al riguardo. Si aggiunge qui anche il tema della forma di governo. Ci vuole prima un governo di unità nazionale e poi libere elezioni o viceversa?
  2. Nuova Costituzione. Tutti sono d’accordo che nella Siria che verrà occorre avere un nuovo strumento istituzionale. Ci vuole insomma una nuoca costituzione. Il disaccordo nasce su chi scrive la Costituzione e come va composta e scelta l’eventuale “assemblea costituente”.
  3. Elezioni. E’ anche questo un punto di forte disaccordo. Come vanno organizzate le elezioni, quali organi si devono votare e quale tipo di governo bisogna prima di tutto istituire. Secondo alcuni attori dello scenario siriano va creata una commissione elettorale speciale.
  4. Lotta al terrorismo. Questo argomento è stato molto affrontato nei round precedenti. Per Assad i ribelli sono di fatto terroristi. Per la coalizione occidentale a guida Usa i gruppi terroristi sono l’Isis, l’ex- fronte al Nusra vicino a al-Qaida e i loro affiliati. Per i turchi sono terroristi i gruppi curdi. I russi dichiarano una posizione più vicina a quella americana anche se nei fatti sembrano appoggiare il punto di vista di Assad. Quindi sul tavolo si tratta di convincere le due parti, lealisti di Assad e ribelli appoggiati dall’Occidente, che devono cessare il fuoco e usare le armi solo contro i terroristi islamici come Isis e affiliati di al-Qaida.

Staffan de Mistura è ottimista sul risultato di questo round settimanale. Ha già incontrato all’Onu i rappresentanti delle due parti.

Assad è scettico. Ha espresso alla BBC il suo pessimismo su questo nuovo tavolo. Il presidente siriano ha anche respinto le accuse di utilizzo di forni crematori rivolte a lui dagli Stati Uniti.

Annunci
Informazioni su Redazione ()
Magazine online di politica estera e attualità internazionale. Si occupa di informazione sui temi della diplomazia, economia internazionale, cultura e sviluppo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: