Annunci
Servizi dal mondo

I dieci conflitti da tenere d’occhio nel 2017

Il sistema mondiale è entrato nella zona più pericolosa degli ultimi dieci anni. I conflitti emersi da più parti, le tensioni interne a alcuni Paesi, l’incapacità internazionale di reagire e trovare soluzioni rischiano di destabilizzare l’intero sistema e equilibrio internazionale.

Quali sono nel 2017 i dieci conflitti da seguire più da vicino?

  1. Siria e Iraq. In sei anni di conflitti sono state uccise 500.000 persone e sono oltre 12 milioni gli sfollati. Assad è ben lontano dal lasciare il potere. Anzi, grazie all’aiuto russo, ora può vantare una forza contrattuale maggiore in eventuali trattative. La guerra contro lo Stato Islamico continuerà.
  2. Turchia. L’attacco a Istanbul sembra il segnale che siamo solo all’inizio del tentativo di destabilizzazione della Turchia. Da parte non solo dell’Isis ma anche di altre formazioni. Nel 2016 l’attacco maggiore è arrivato con il fallito colpo di Stato di luglio. La Turchia insomma è sotto attacco e ci saranno altri tentativi nel 2017.
  3. Yemen. La guerra in questo Stato del Golfo ha creato una catastrofe umanitaria. L’Arabia Saudita guida una coalizione in prevalenza di Paesi arabi sunniti contro il tentativo dei ribelli Houthi, sciiti filo-iraniani, di prendere il potere. In Yemen sono attive numerose fazioni estremiste e integraliste come l’Isis e al Qaida. Il conflitto proseguirà nel 2017 e si vedono difficili prospettive di soluzione.
  4. Sahel e bacino del Lago Ciad. Nella regione sono operativi gruppi estremisti di ogni genere: jihadisti, bande criminali armate, network della malavita. Nel 2016 i jihadisti hanno lanciato attacchi nel Sahel centrale,  Niger, Burkina Faso e Costa d’Avorio. Incursioni e azioni militari hanno travolto anche il bacino del lago Chad come in Nigeria, Camerun e Ciad dove sono operativi i miliziani di Boko Haram. I conflitti e le destabilizzazioni proseguiranno anche nel 2017.
  5. Repubblica Democratica del Congo. Prima di Capodanno è stato annunciato l’accordo tra le parti contendenti. L’accordo è stato raggiunto grazie alla mediazione della Chiesa Cattolica congolese. Ora bisogna attendere la firma del presidente Kabila, che non ha ancora sottoscritto il patto.Il quale prevede che Kabila debba indire elezioni nel paese entro la fine del 2017. Si vedrà nel corso dell’anno se la Repubblica Democratica del Congo avrà o meno stabilità.
  6. Sud Sudan. In tre anni di conflitti il Paese più giovane del mondo ha assistito a enormi atrocità. Sebbene la situazione sia un po’ migliorata negli ultimi mesi, resta un conflitto civile da tenere sotto osservazione.
  7. Afghanistan. La situazione di guerra e instabilità nel Paese costituiscono una pericolosità per la pace e la sicurezza internazionale. In Afghanistan sono operativi i Talebani, oggi più forti di ieri, e il 2017 si preannuncia come un anno caldo per lo Stato asiatico.
  8. Myanmar. Il nuovo governo condotto dalla dissidente Aung San Suu Kyi punta a riportare pace e serenità nel Paese. Però i recenti fatti di violenza che hanno sconvolto il Paese mettono in pericolo ogni tentativo di porre fine a un conflitto interno lungo 70 anni. Il 2017 si preannuncia come un anno da vivere pericolosamente.
  9. Ucraina. La situazione nel Paese vicino della Russia rischia di precipitare. Tutto sta nel vedere come Ucraina e Russia giocheranno le loro carte. Soprattutto se saranno in grado di far rispettare gli accordi di Minsk in Bielorussia del 2015. Nel 2017 il clima per l’Ucraina si fa difficile, soprattutto dopo il successo internazionale riscosso da Putin in Siria.
  10. Messico. Molto dipende dalla politica di Trump. Se Trump davvero costruisce un muro al confine con il Messico e fa deportare nel Paese milioni di immigrati senza documenti, il Paese rischia di rimanere schiacciato. La tensione potrebbe salire oltre alla crisi di sicurezza e umanitaria che si creerebbe. Da tenere sotto particolare attenzione.
Annunci
Informazioni su Redazione ()
Magazine online di affari internazionali. Si occupa di informazione sui temi della diplomazia, economia internazionale, cultura e sviluppo.

1 Trackback / Pingback

  1. I dieci conflitti da tenere d’occhio nel 2017 – Onda Lucana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: