Annunci
Servizi dal mondo

Usa perdono la pazienza strategica con la Corea del Nord

Il vice-presidente degli Stati Uniti in visita a Seul va nella zona dimilitarizzata tra Corea del Sud e Corea del Nord. "Pronti a usare ogni mezzo", dice alla stampa.

cina- usa- corea del nord- corea del sud Il sistema Thaad durante un test militare

Mike Pence, vice-presidente Usa, di Corea se ne intende. Suo padre era stato un militare che aveva combattuto nella guerra coreana del 1950-51. In visita a Seul, il numero due della Casa Bianca ha voluto vedere la zona cuscinetto demilitarizzata che uscì proprio dagli accordi che cessarono il conflitto coreano oltre 65 anni fa.

Ma Pence coglie l’occasione della sua visita per ribadire l’alleanza con la Corea del Sud e l’impegno americano a difendere l’alleato asiatico. Il vice-presidente Usa ha messo in luce come la diplomazia stia cercando di far desistere la leadership di Pyongyang dal suo programma nucleare e a rinunciare ai test missilistici.

In questo, ha sottolineato Pence, gioca un ruolo centrale la Cina con quella che definisce la “sua leva straordinaria”. Pechino è l’unico governo al mondo che può avere una certa influenza e farsi ascoltare a Pyongyang. Anche se ultimamente i rapporti tra cinesi e nordcoreani non sono dei migliori. Tanto che la Cina ha ordinato qualche giorno fa alla sua principale compagnia aerea di bloccare tutti i voli sulla capitale nordcoreana.

Ma se la missione e l’impegno cinese dovessero fallire, allora gli Stati Uniti sono pronti a andare avanti da soli, pronti a usare ogni mezzo. Parola di Mike Pence. Il vice-presidente Usa quindi ribadisce quanto affermato più volte da Trump. E, aggiunge, che la “pazienza strategica” con la Corea del Nord è finita. Un eufemismo per dire che l’amministrazione Trump è decisa più che mai a dare un taglio alla politica di Obama.

La tensione nella penisola coreana quindi è a livelli massimi. Soprattutto dopo il test missilistico andato male della Corea del Nord.

Il leader nordcoreano Kim Jong-un ha fatto una figuraccia internazionale da peracottaro. Ha ordinato lo scorso 15 aprile il lancio di un missile come test militare per provocare ancora gli Usa, ma il missile è esploso quasi subito. Ora Stati Uniti e Corea del Sud stanno cercando di capire che tipo di missile fosse e se potessse essere una testata nucleare. Fatto sta che il test fallito e quasi ridicolo svuota le minacce nordcoreane di guerra totale agli Usa. Inoltre, il fallito test arriva il giorno dopo la parata militare dell’esercito di Pyongyang con grande sfoggio di armi e tecnologia. E’ l’ultima figuraccia di un leader che ricorda più un personaggio della Disney che un capo di stato trascinatore e esempio per il suo popolo.

Annunci
Informazioni su Redazione ()
Magazine online di affari internazionali. Si occupa di informazione sui temi della diplomazia, economia internazionale, cultura e sviluppo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: