Annunci
Servizi dal mondo

Usa-Corea del Nord. Perché Trump non può tornare indietro

Crisi internazionale tra Washington e Pyongyang. Verso lo scontro? Perché se Trump torna indietro fa la figura del peracottaro.

Cinque cose da sapere sulla politica estera di Donald Trump

Dopo l’invio della flotta navale Usa verso la penisola coreana, lo scontro tra Stati Uniti e Corea del Nord si inasprisce. Per ora siamo solo alle minacce verbali. Passare però dalle parole ai fatti è un attimo.

Donald Trump lancia un tweet in cui scrive che la Corea del Nord è in cerca di guai e chiede alla Cina collaborazione contro Pyongyang. Se Pechino non collabora, dice il presidente americano, gli Stati Uniti continuano per conto proprio. La dichiarazione di Trump si aggiunge a quella di alcuni giorni fa quando il presidente Usa minacciò il dispiegamento di testate nucleari in Corea del Sud come opzione contro il programma nucleare nordcoreano.

Quelle di Trump sono parole pesanti, che fanno presagire un comportamento fermo della Casa Bianca decisa a non tollerare il programma e i test nucleari della Corea del Nord.

Il leader nordcoreano Kim Jong-un risponde direttamente e non le manda a dire a Washington. Se gli Stati Uniti stanno pensando a un’invasione militare della Corea del Nord – scrive l’agenzia stampa ufficiale nordcoreana- risponderemo con il ricorso alle armi che “più desiderano gli Stati Uniti”. Un messaggio che lascia intendere che Pyongyang teme un attacco preventivo degli Stati Uniti.

Con l’invio della flotta militare nei mari asiatici e le minacce di installare missili a testata nucleare, Donald Trump si è infilato su un sentiero da cui difficilmente potrà tornare indietro. Se fa retromarcia con il regime di Pyongyang, dimostrerebbe al mondo di essere un peracottaro, facendo perdere la credibilità statunitense a essere il gendarme dell’ordine mondiale e il garante della stabilità internazionale. Un ruolo che Trump sta cercando di restituire agli Stati Uniti. Se va avanti con la Corea del Nord rischia un conflitto che potrebbe anche sfociare nell’uso di armi di alta potenza. Certo l’insistenza di Trump potrebbe anche smascherare probabili millanterie nordcoreane di avere armi atomiche e nucleari. Ma se così non fosse, e Kim Jong-un possedesse davvero ordigni nucleari, il rischio di un conflitto senza ritorno ci sarebbe eccome.

Cosa potrebbe fare ora Trump per uscire da questa situazione in cui si è infilato? O mettere in atto operazioni dell’intelligence militare americana per uccidere con un’azione rapida il leader nordcoreano. Oppure chiedere aiuto alla Cina affinché intervenga nella crisi calmando le acque. Questa seconda strada sarebbe la migliore via d’uscita per il presidente Usa. Un intervento della diplomazia cinese offrirebbe agli americani l’opportunità di mostrarsi responsabili davanti al mondo senza perdere la credibilità. Lo schema sarebbe il seguente: Pechino si propone come mediatore per calmare le acque, e gli Usa accettano facendo vedere di non essere guerrafondai ma aperti a provare altre strade per la soluzione. Trump, fresco dell’incontro con il presidente cinese, non dovrebbe avere difficoltà a costruire insieme alla leadership di Pechino una strategia di questo tipo.

Annunci
Informazioni su Redazione ()
Magazine online di politica estera e attualità internazionale. Si occupa di informazione sui temi della diplomazia, economia internazionale, cultura e sviluppo.

1 Commento su Usa-Corea del Nord. Perché Trump non può tornare indietro

  1. oppure inscenare in accordo con i cinesi una buffonata come quella che ha inscenato l’Amministrazione precedente con Osama Bin Laden. I cinesi offrono un asilo dorato al matto e gli americani fanno finta di andare a “liberare” il paese da un tiranno con un’azione “a sorpresa” dei Navy Seals. Così salverebbero la faccia tutti. Ma dubito che la gente, gli elettori americani specialmente crederebbero ad un secondo episodio misterioso con scomparsa delle prove e del cadavere. è già stato faticoso crederci la prima volta

    Liked by 1 persona

1 Trackback / Pingback

  1. Il soccorso cinese a Trump sulla crisi in Corea – Notiziario Estero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: