Annunci
Servizi dal mondo

Uso di armi chimiche in Siria. La Russia difende Assad

La comunità internazionale assiste impassibile alle mattanze di Assad. L'uso di armi chimiche nella provincia di Idlib (Siria settentrionale) ha causato 86 morti, inclusi minori e donne. La Russia difende Assad

Mattanza di Assad e complicità della Russia

L'uso di armi chimiche nella provincia di Idlib avviene con la complicità della Russia? (La foto si riferisce a un'esercitazione- Afp 2017)

Mattanza di Assad e complicità della Russia L'uso di armi chimiche nella provincia di Idlib avviene con la complicità della Russia? (La foto si riferisce a un'esercitazione- Afp 2017)

Jan Sheijun, Siria settentrionale, sono state usate armi chimiche che hanno ucciso 86 persone. Tra queste almeno 30 bambini e 20 donne. La Francia ha chiesto una seduta urgente del Consiglio di Sicurezza dell’Onu, che ha approvato una risoluzione di condanna dell’impiego di bombe  gas e invitato il presidente Bachar al-Assad a cooperare con l’inchiesta che sarà aperta.

Caccia militari hanno lanciato su quest’area bombe di gas nervino e cloro seminando morti e intossicando centinaia di persone.

Intanto, il Ministero degli Esteri russo ha definito come “fake” i resoconti sull’attacco chimico e ha detto che la campagna contro il governo di Damasco “va cestinata nella discarica della storia”. Mosca getta anche un sospetto scrivendo che ogni volta che ci sono progressi sui negoziati in Siria succede sempre qualche strano incidente.

Chi ha lanciato le bombe chimiche sui civili siriani? Lo scopo dell’iniziativa francese è proprio questo: aprire un’inchiesta internazionale per capire le responsabilità. Certo sarà difficile dimostrare quello che tutti pensano: i caccia militari su Jan Sheijun appartengono alla scuderia di Bachar al-Assad, il presidente siriano che ancora governa a Damasco; appartengono anche probabilmente alla Russia, ma nessuno lo dirà mai.

La provincia di Idlib è un’area in cui sono operativi i militari russi e siriani. Il territorio se lo contendono i ribelli anti-Assad e i gruppi salafisti radicali. Alcuni di questi ultimi sono anche affiliati a al-Qaida. Fin dalla battaglia di Aleppo del dicembre scorso, questa zona ha subito bombardamenti pesanti e continui. Bombe che hanno spesso ucciso molti civili. Gli ispettori internazionali che dovranno verificare le responsabilità avranno un compito difficilissimo in questa zona.

La morte chimica che si è abbattuta sui civili avrà dunque difficilmente dei responsabili. La comunità internazionale, invece, ha il maggior peso di responsabilità. Primo perché non c’è una strategia per allontanare la Russia da Assad. Ora che la complicità russa è più che mai evidente, questa strategia si rende ancora più necessaria. Secondo perché gli Stati più potenti, Usa in testa, sembrano inerti e impassibili davanti a queste atrocità.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha addirittura cambiato la linea diplomatica americana verso Assad. Il rovesciamento del presidente siriano non è più una priorità per Washington. Lo ha dichiarato il segretario di Stato Rex Tillerson, la mano destra di Trump nell’Amministrazione Usa. Ora è da chiedersi se l’uccisione di civili con armi chimiche e la probabile collaborazione russa non sia un motivo di intervento forte della Comunità Internazionale. Le inchieste, come quelle che richiede la Francia all’Onu, servono a poco. Ciò che preoccupa è l’incapacità di richiamare gli Stati sovrani, anche i più importanti, al rispetto delle regole e alle loro responsabilità. Esiste, per esempio, un’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche. Facciamola funzionare.

Ovidio Diamanti

Annunci
Informazioni su Redazione ()
Magazine online di politica estera e attualità internazionale. Si occupa di informazione sui temi della diplomazia, economia internazionale, cultura e sviluppo.

1 Trackback / Pingback

  1. Trump va alla guerra contro Assad? – Notiziario Estero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: