Annunci
Servizi dal mondo

La crisi Turchia Germania spiegata in cinque punti

La Turchia contro tutti. Dopo la crisi della scorsa settimana con l'Olanda, il presidente turco Erdogan se la prende con la Germania e Angela Merkel. La crisi Turchia Germania spiegata in cinque punti.

La cancelliera tedesca Angela Merkel risponde alla lettera Usa di richiesta di maggiore sforzo militare: "La Germania sta già facendo la sua parte"

L’alta tensione diplomatica tra Turchia e Europa passa questa volta attraverso la Germania. Il presidente turco Erdogan se la prende con Angela Merkel. Ma è crisi anche con la Danimarca. Proviamo a spiegare in cinque punti le ragioni della crisi politica.7

  1. La manifestazione di 30.000 curdi a Francoforte contro il referendum in Turchia voluto da Erdogan e che punta a aumentare i poteri del presidente turco ha irritato il governo di Ankara. Il fatto che la manifestazione sia stata autorizzata dalle autorità tedesche fa ancora più arrabbiare l’entourage di Erdogan. Il presidente turco teme, molto probabilmente, un’ingerenza europea sul referendum.
  2. Il nervosismo di Erdogan, che ha convocato l’ambasciatore tedesco a Ankara e ha fatto arrestare in Turchia il giornalista turco-tedesco del Die Welt, mostra che il processo di adesione della Turchia all’Unione Europea è finito. Sostenevamo nel dicembre 2015 che la Turchia non serve all’Unione Europea e ora sembra che quella profezia sia vicina a avverarsi.
  3. L’appello di Erdogan della scorsa settimana in cui invitava i turchi europei (la maggior parte è in Germania) a fare più figli ha trovato risposta nell’autorizzazione tedesca alla manifestazione curda. Nel linguaggio diplomatico significa che Berlino non le manda a dire a Ankara: tra turchi e curdi, sosteniamo i secondi. Un messaggio che sembra anche una buona uscita alla Turchia da ogni speranza di entrare nell’Ue
  4. Il Parlamento Europeo ha bloccato lo scorso 23 novembre l’adesione della Turchia all’Unione Europea. La scelta aveva scatenato la reazione del governo turco. Erdogan da allora è in tensione continua perché vede sempre più vicino chiudere definitivamente la saracinesca sulle speranze di entrare nell’Unione Europea. E comprende, in questo, che la regia principale è della Germania.
  5. Gli attacchi di Erdogan a Angela Merkel e alla Germania (li ha definiti nazisti) sono attacchi all’Unione Europea. La crisi con la Germania (ma anche con Olanda e Danimarca) avviene pochi giorni prima delle celebrazioni dei 60 anni di trattati di Roma (che diedero vita alla Comunità Europea, poi trasformatasi in Unione Europea). Il pressing turco peserà per forza sulle celebrazioni a Roma. Ma pesa anche coma una minaccia in altre questione come il processo di pace a Cipro e la conduzione della guerra all’Isis in Mesopotamia.
Annunci
Informazioni su Redazione ()
Magazine online di affari internazionali. Si occupa di informazione sui temi della diplomazia, economia internazionale, cultura e sviluppo.

1 Trackback / Pingback

  1. Nato chiude la porta alla Turchia. Putin la apre – Notiziario Estero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: