Annunci
Servizi dal mondo

Russia prova nuove armi nella guerra in Siria

La Russia conferma i test di nuove armi nella guerra in Siria.

La Russia conferma i test di nuove armi nella guerra in Siria.

Il presidente Putin vende i nuovi armamenti ai Paesi che combattono il terrorismo islamico.

La Russia conferma i test di nuove armi nella guerra in Siria. La Russia conferma i test di nuove armi nella guerra in Siria.

La Russia usa la guerra in Siria per sperimentare nuove armi e addestrare i suoi piloti. A fare l’annuncio è stato il ministro della difesa russo Serguej Shoigu secondo quanto riporta l’edizione online di El Paìs.

Il capo della difesa russa ha ammesso che la guerra in Siria è servita al Cremlino per testare oltre 150 nuovi armamenti. Il fronte siriano, ha spiegato Shoigu, è anche servito per perfezionare l’addestramento dei piloti russi, che hanno poca pratica di volo aereo in combattimento.

In una riunione a Mosca con alti vertici dell’apparato militare russo, il ministro della difesa del Cremlino ha confermato che nella guerra siriana sono stati provati oltre 160 tipi di nuovissimi armamenti. “La loro affidabilità è altissima” ha spiegato il ministro nel meeting.

Giudizio positivo anche sui piloti dell’aviazione russa. Mosca teneva molto, così almeno sembra dalle dichiarazioni di Shoigu, al test sui piloti russi. Perché la Russia non partecipava a operazioni militari dal 2008 quando intervenne nel conflitto in Georgia. Fu però una guerra lampo che durò appena una settimana. Prima ancora bisogna risalire alle guerre in Cecenia per reprimere il separatismo dei movimenti islamici del Caucaso. Siamo alla fine del 20° secolo. Risultato è che quando nel 2012 Shoigu divenne ministro, i piloti russi avevano solo poche ore di volo.

Che la Russia stesse sperimentando nuovi armamenti nella guerra di Siria non è una novità. Osservatori internazionali, sia russi sia stranieri, avevano avuto il sospetto quando l’esercito russo bombardò nel dicembre 2015 le postazioni dell’Isis in Siria con missili a alta precisione lanciati da un sottomarino.

Il presidente russo Vladimir Putin ha spiegato alla stampa che il test russo sulle nuove armi in Siria ha attirato l’interesse di molti Paesi. Sopratutto quelli che combattono il terrorismo islamico sono disposti a acquistare i nuovi e sofisticati armamenti russi. E Putin ha dato ordine di venderle prima di tutti a questi Stati, in particolare Afghanistan, Iran e Libia. Secondo il capo del Cremlino la Russia dispone di armi moderne per la lotta contro il terrorismo jihadista: da quelle per la lotta corpo a copro agli aerei e sistemi di difesa antiaerea, artiglieria e blindati.

La Russia è il secondo esportatore al mondo di armi dopo gli Stati Uniti.

Annunci
Informazioni su Redazione ()
Magazine online di politica estera e attualità internazionale. Si occupa di informazione sui temi della diplomazia, economia internazionale, cultura e sviluppo.

1 Commento su Russia prova nuove armi nella guerra in Siria

  1. A questo servono le guerre, specialmente quelle di oggi che impegnano solo marginalmente gli stati. Anche noi usammo il conflitto irakeno per testare il Lince e altri mezzi blindati. La guerra è un ottimo campo di collaudo dove il collauco stesso avviene anziché a spese del produttore pagato dal cliente (lo stato) . Un ottimo affare per chi produce armi. Vende, collauda a spese de cliente e se la resa è buona vende molto di più. Il nostro Lince, dopo gli ottimi fisultati sulle mine irakene, fece fare ottimi affari alla casa produttrice

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: