Annunci
Servizi dal mondo

Accordo Usa Russia. In Siria scatta il cessate il fuoco

cessate il fuoco in Siria Usa e Russia annunciano l'accordo sul cessate il fuoco in Siria da lunedì 12 settembre
cessate il fuoco in Siria

Usa e Russia annunciano l’accordo sul cessate il fuoco in Siria da lunedì 12 settembre

Stati Uniti e Russia trovano l’accordo per un cessate il fuoco in tutta la Siria. L’annuncio è avvenuto nella notte a Ginevra nel corso di una conferenza stampa presieduta dal Segretario di Stato Usa, John Kerry, e il Ministro degli esteri russo Sergej Lavrov. Il cessate il fuoco scatta la sera del 12 settembre e durerà per ora 10 giorni. Non è esclusa una sua estensione. Lo scopo della tregua è di rilanciare la trattativa diplomatica a Ginevra tra rappresentanti del presidente Bachar al-Assad e dei gruppi dell’opposizione siriana. Trattativa congelata dopo che l’esercito di Assad ha continuato a attaccare i ribelli e a assediare le città sotto il loro controllo nonostante i colloqui diplomatici in corso. Il presidente Assad ha fatto sapere da Damasco di essere d’accordo con il cessate il fuoco. E anche l’Iran ha dato il proprio via libera all’accordo.

Il cessate il fuoco non è rivolto ai gruppi jihadisti operativi in Siria – Isis e filo-Qaedisti- e prevede la continuazione di operazioni militari congiunte contro di di essi. Una posizione, quest’ultima, sostenuta dalla Turchia e dall’Unione Europea.

Se la tregua dovesse reggere ci saranno le condizioni per un’azione congiunta delle forze aeree russe e americane contro i miliziani dello Stato Islamico e di Jabhat Fateh al-Sham (l’ex Fronte al-Nusra filo al-Qaida dopo la decisione di cambiare nome qualche mese fa). Inoltre, i civili e i ribelli legati ai gruppi di opposizione non subiranno più gli attacchi delle forze di Damasco come negli ultimi mesi dal momento che il presidente siriano al-Assad ha dato il via libera all’accordo. Infine proprio il presidente siriano Assad sarà più forte dopo la tregua perché viene messo sullo stesso piano di Usa e Russia e potrà vantare pretese maggiori in sede di trattative diplomatiche a Ginevra. Rimane un punto centrale: ancora poco si discute di futuro della Siria. Il cessate il fuoco serve secondo i suoi ideatori a rilanciare i colloqui diplomatici e la transizione politica. L’impressione però è che siamo ancora molto lontani da proposte concrete in questo senso e che nessuno sappia bene cosa andare a dire e trattare a Ginevra. Proprio mentre arriva l’annuncio del cessate il fuoco, si apprende che a Idlib nel nord della Siria un raid aereo ha ucciso nel mercato almeno 40 persone ferendone molte di più. Secondo indiscrezioni sulla stampa internazionale sarebbe stata un’operazione russa.

Annunci
Informazioni su Redazione ()
Magazine online di affari internazionali. Si occupa di informazione sui temi della diplomazia, economia internazionale, cultura e sviluppo.

3 Trackbacks / Pingbacks

  1. La Siria e i dubbi del Pentagono sull’accordo con la Russia – Notiziario Estero
  2. Stati Uniti Russia è crisi. Sospesi contatti militari e accordo nucleare sul plutonio – Notiziario Estero
  3. Stati Uniti Russia è crisi. Lavrov accusa Washington di minacciare sicurezza nazionale – Notiziario Estero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: