Annunci
Servizi dal mondo

Dopo Brexit, Austrexit?

austria-lascia-Ue?

Dopo Brexit arriva il pericolo Austrexit?

La scorsa settimana la decisione della Corte Suprema austriaca di annullare e rifare il ballottaggio per le elezioni presidenziali a causa di brogli ed irregolarità registrate durante la votazione dello scorso 22 maggio è arrivata come un fulmine a ciel sereno per le autorità comunitarie, che avevano accolto favorevolmente la vittoria del leader dei Verdi Alexander Van Der Bellen sul rivale di estrema destra Norbert Hofer

Il partito di Hofer aveva da subito segnalato molti dubbi sulla regolarità delle elezioni ed aveva portato il caso all’attenzione dei giudici della Corte Suprema; gli stessi giudici hanno deciso di fare tornare il popolo austriaco alla urne. La data sarà fissata probabilmente tra ottobre e novembre. I problemi principali si sono registrati durante lo spoglio dei voti per posta: secondo alcuni osservatori le cassette con le schede arrivate per posta sarebbero state aperte quasi subito, quando invece secondo la legge austriaca non sarebbe stato possibile togliere i sigilli fino alla mattinata di lunedì.

In caso di vittoria, Hofer ha detto che proporrà ai cittadini austriaci un referendum molto simile a quello britannico riguardante la permanenza dell’Austria nell’Unione Europea: un colpo durissimo per Bruxelles.

Negli ambienti comunitari già si teme che si possa innescare il temutissimo effetto domino; se così fosse dopo il referendum che ha sancito la Brexit, ci potrebbe anche essere una Austrexit, e poi anche altri Paesi potrebbero decidere di abbandonare il progetto comunitario.

I movimenti anti europei sono sempre più forti anche in Paesi come l’Olanda, che fino a poco tempo fa erano grandi sostenitori della causa europeista, per non parlare del grande consenso di cui gode un leader euro scettico come l’ungherese Victor Orban.  

Il malcontento che serpeggia in molti Paesi nei confronti di Bruxelles non è un segnale da sottovalutare e una decisione come la Brexit non deve essere presa alla leggera e considerata un caso isolato senza ripercussioni. È più che mai necessaria una profonda riflessione, unita ad un dibattito serio e trasparente, per portare all’interno dell’Unione Europea quei cambiamenti e quelle riforme che possono salvarla e farla tornare amata dai cittadini. 

Valeria Fraquelli

Annunci
Informazioni su Redazione ()
Magazine online di politica estera e attualità internazionale. Si occupa di informazione sui temi della diplomazia, economia internazionale, cultura e sviluppo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: