Annunci
Servizi dal mondo

Se gli Usa perdono l’alleato speciale in Europa

Brexit fa perdere agli Usa il ponte britannico con l'Europa. La Gran Bretagna è l'alleato speciale usato da Washington per influenzare le scelte economiche, di sicurezza e spionaggio nel vecchio continente. La scelta inglese di abbandonare l'Unione Europea mette la Casa Bianca nelle condizioni di cercare altri alleati sul vecchio continente.

se gli usa perdono alleato speciale in Europa

Obama alla ricerca di un nuovo alleato speciale in Europa dopo Brexit

Brexit mette in pericolo la storica special relationship tra Stati Uniti e Gran Bretagna. Con la scelta britannica di lasciare l’Unione Europea dopo il referendum del 23 giugno scorso, gli Usa perdono l’alleato speciale in Europa.

La Gran Bretagna ha storicamente rappresentato il ponte di collegamento tra Washington e Europa. E’ stato grazie a Londra che gli americani hanno influenzato le scelte europee in settori strategici e rilevanti per gli interessi di Washington. Come nel caso della sicurezza, spionaggio o economia.

Ora dopo Brexit la Casa Bianca rischia di vedere spegnersi il suo canale storico in Europa. Così, gli Usa hanno bisogno di cercare altri interlocutori, fidati e privilegiati. Tra questi sono in prima linea Germania e Francia.

Certo il presidente Barack Obama ha dichiarato dopo Brexit che la relazione speciale con Londra continuerà a esistere. L’architettura della relazione Londra Washington resisterà. Obama però sa benissimo che con il voto britannico per il leave, il rapporto comunque non sarà più lo stesso.

Così, Obama deve correre ai ripari e trovare altri partner. Anche perché il presidente degli Stati Uniti corre il pericolo di un indebolimento internazionale dopo che si è speso pubblicamente contro Brexit davanti all’opinione pubblica britannica e europea. Una sconfitta politica e morale che Obama ha subito e che può ripercuotersi sulla campagna elettorale americana lasciando un’eredità pesante al prossimo presidente. Si tratti di Hillary Clinton, che dovrebbe mantenere una politica estera in continuità con quella di Obama, o di Donald Trump, che sarà paladino di un isolazionismo americano nello scacchiere internazionale.

Gli Stati Uniti hanno bisogno di un nuovo ponte di passaggio in Europa. Le partite aperte in cui serve un alleato speciale sono diverse: dal Ttip al sostegno alla politica di contenimento russo della Nato, dalla cooperazione nella lotta ai jihadisti alla strategia politica in Medio Oriente e in Asia.

Ecco quindi perché la diplomazia statunitense è al lavoro per sostituire la Gran Bretagna con altri partner. I più papabili sono Parigi e Berlino. Washington però dovrebbe anche lavorare – come ha spiegato al El Paìs una esponente del Brooking Institution– a potenziare la cooperazione con alcune potenze regionali come Italia, Polonia e Spagna. Non a caso Obama visita nei prossimi giorni la Spagna e poi la Polonia.

Gli Usa sceglieranno prima o poi tra questi il loro nuovo alleato speciale in Europa. Sebbene la relazione con Londra continuerà, Brexit avrà sicuramente l’effetto di erodere rapporti umani e sociali consolidati negli anni. E il prossimo presidente Usa avrà così una doppia gatta da pelare: trovare i nuovi partner senza scontentare nessuno e mantenere intatto lo storico fil rouge tra Londra e Washington.

Ovidio Diamanti

Annunci
Informazioni su Redazione ()
Magazine online di politica estera e attualità internazionale. Si occupa di informazione sui temi della diplomazia, economia internazionale, cultura e sviluppo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: