Annunci
Servizi dal mondo

Attentato dell’Isis a Dacca. Nove italiani uccisi

isis-attacca-bangladesh

Attentato dell’Isis in un ristorante di Dacca, Bangladesh.

L’Isis attacca il Bangladesh. C’è la mano dello Stato Islamico dietro l’attentato compiuto ieri sera al ristorante Holey Artisan Bakery a Gulsham, uno dei quartieri più lussuosi di Dacca, capitale del Bangladesh. Un commando di circa 8 o 9 persone hanno fatto irruzione gridando Allah Akbar nel locale frequentato dai diplomatici e uomini d’affari della capitale.

L’attacco è stato rivendicato dal gruppo islamista Ansar al-islam, che si ispira all’Isis. Lo riferisce Site, il portale web americano che controlla l’attività online dei jihadisti. Inoltre, l’agenzia Amaq, organo di comunicazione dell’Isis, ha diffuso una nota dove si rivendica l’attentato e si parla di 24 persone uccise, in gran parte straniere. Secondo i media locali c’erano venti persone in ostaggio. All’alba il blitz delle teste di cuoio bengalesi. La polizia di Dacca ha confermato che gli ostaggi stranieri sono stati uccisi a colpi di machete. “Molti italiani e giapponesi tra le vittime”, ha detto il portavoce della polizia bengalese. Sono 13 gli ostaggi liberati. Alcuni di loro hanno raccontato che i terroristi chiedevano di recitare i versetti del Corano uccidendo chi non li conosceva.

La testata locale India Today aveva scritto della morte di due italiani. Oggi e’ stato accertato che sonp nove le vittime italiane come annunciato anche dal Ministero degli Esteri italiano. La Farnesina sta seguendo da vicino la vicenda. Il Ministro degli Esteri italiano Gentiloni in un tweet ha scritto che sta seguendo personalmente la situazione, mentre il presidente del consiglio Matteo Renzi ieri sera ha abbandonato la serata per la restaurazione del Colosseo ed è tornato a Palazzo Chigi in modo da seguire da vicino la situazione. Testimoni locali parlano anche di un panettiere italiano che lavorava nel ristorante ed è riuscito a fuggire (notizia confermata dalla Farnesina), mentre il collega argentino sarebbe rimasto ostaggio dei terroristi. L’ambasciatore italiano a Dacca, Mario Palma, ha detto per primo ieri sera al TG1 che c’erano almeno 7 imprenditori italiani tra gli ostaggi. Da ricostruzioni successive poi si è appreso che gli italiani a cena nel ristorante erano 11. Secondo il Corriere della Sera un imprenditore è libero. Sul posto si sono radunate le teste di cuoio locali che poi hanno effettiato il blitz all’alba di oggi. Nell’operazione sono rimasti uccisi 6 terroristi, uno di loro è stato ferito e portato in ospedale.

Intanto, su Twitter gli account filo-Isis si sono scatenati e minacciano attentati negli aeroporti di Heathrow (Londra), Los Angeles e New York (in occasione del 4 luglio quando si celebra la Festa d’Indipendenza Usa).

Annunci
Informazioni su Redazione ()
Magazine online di politica estera e attualità internazionale. Si occupa di informazione sui temi della diplomazia, economia internazionale, cultura e sviluppo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: