Annunci
Servizi dal mondo

Giordania connection: come Amman vendeva armi all’Isis

Giordania connection

Un’inchiesta del New York Times e della televisione araba al-Jazeera rivela come funzionari giordani corrotti vendevano sul mercato nero armi americane poi acquistate dai jihadisti dell’Isis e di al-Qaeda.

L’inchiesta dei due media internazionali arriva come una bomba lanciata sul regno hashemita il giorno dopo l’attentato rivendicato dallo Stato Islamico nel villaggio libanese di al-Qaa, sette morti oltre ai tre kamikaze. Lo scorso 6 giugno, i jihadisti dell’Isis hanno colpito la sede dell’intelligence giordana nel campo profughi di Buqaa, alla periferia di Amman. E’ il segno che il Califfato, in fuga da Iraq e Siria, stia tentando di attaccare in altri Paesi nella speranza di conquistare fette di territorio. La mossa del Califfo non è una novità. In un documento di propaganda, i jihadisti avevano annunciato che avrebbero “spezzato i confini della Giordania” come fatto con Siria e Iraq nel corso del 2014.

Proprio mentre la strategia del Califfato si rivela sempre più chiara (fuga da Siria e Iraq e conquista di nuove aree destabilizzando Giordania e Libano), il reportage di New York Times e al-Jazeera arriva come una doccia fredda. Secondo le due testate giornalistiche, funzionari dei servizi giordani hanno rubato le armi che la Cia forniva per i ribelli anti-Isis impegnati a combattere lo Stato Islamico.

Gli uomini corrotti dei servizi giordani mettevano in vendita le armi sul mercato nero e spesso gli acquirenti erano proprio i miliziani dell’Isis. A tradire la corruzione dei funzionari giordani è stato un fucile mitragliatore usato per uccidere due addestratori americani, due giordani e un sudafricano in un campo di addestramento nei pressi di Amman lo scorso anno. Il commercio in nero di armi ha fruttato milioni di dollari e è cessato solo per una pressione di Stati Uniti e Arabia Saudita sul governo giordano.

Il governo giordano si è limitato per ora a smentire quanto rivelato dall’inchiesta di New York Times e al-Jazeera. Il ministro dell’informazione di Amman ha definito il coinvolgimento dell’intelligence giordana in furto di armi assolutamente infondato.

Annunci
Informazioni su Redazione ()
Magazine online di politica estera e attualità internazionale. Si occupa di informazione sui temi della diplomazia, economia internazionale, cultura e sviluppo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: