Annunci
Servizi dal mondo

L’esercito regolare iracheno entra a Falluja

Isis, Iraq, Stato Islamico.

L’esercito regolare dell’Iraq entra a Falluja

L’esercito regolare iracheno è riuscito ad entrare a Falluja dai quartieri sud nonostante la strenua resistenza dei miliziani in nero del Califfato e i cecchini che hanno martellato incessantemente i militari nella loro avanzata.

Gli uomini in nero del sedicente Stato islamico hanno piazzato vari ordigni sulle strade polverose della città irachena e moltissimi sono i civili ancora intrappolati nel centro della città che vengono tenuti come ostaggi ed usati come scudi umani. La situazione è molto difficile e la battaglia si preannuncia ancora molto lunga; purtroppo il bilancio in vite umane è destinato ad aggravarsi mano a mano che la battaglia continua e si fa più cruenta.

I militari dell’esercito regolare iracheno, con l’aiuto delle milizie sciite e dei raid aerei della coalizione internazionale a guida statunitense, è riuscito a sfondare la linea dell’ISIS  nei quartieri a sud di Falluja, quegli stessi quartieri in cui la presenza del Califfato è più massiccia e pericolosa.

I comandanti militari iracheni hanno pensato ad una tattica di avanzamento lungo le quattro direttrici che portano in città e sperano di riuscire a liberare il maggior numero di ostaggi possibili prima che inizi davvero la grande battaglia. 

Annunci
Informazioni su Redazione ()
Magazine online di politica estera e attualità internazionale. Si occupa di informazione sui temi della diplomazia, economia internazionale, cultura e sviluppo.

1 Commento su L’esercito regolare iracheno entra a Falluja

  1. Franco Franceschi // 16 giugno 2016 alle 20:53 //

    E’ bizzarra questa guerra contro il califfato. Una guerra di comunicati stampa ma priva di foto, priva di filmati, priva di riscontri. Sembra di assistere a una guerra accaduta secoli or sono. Non abbiamo immagini di truppe che avanzano, non abbiamo immagini di prigionieri, di mezzi abbandonati o catturati al nemico, non a biamo immagini di vittime di una parte o dell’altra. Del cosidetto nemico abbiamo solo le immagini di repertorio che lui stesso ci fornisce. Si parla di citta’ distrutte ma non le si vede, si parla di vittime ma non le si vede, non si sentono lamenti ne’ interviste a generali vittoriosi o sconfitti che siano. Questa sembra una guerra inventata da un ufficio stampa nemmeno attrezzato bene. C’e’ qualcosa cge non mi torna e che non capisco. Ho visto immagini dello sbarco in Normandia e in Sicilia, dei bombarbamenti s I a tedeschi che alleati, di Stalingrado, della Corea, dell’Indocina, di Cuba, del Vietnam, della rivolta ungherese, della Lunga Marcia, dell’ingresso dell’Armata Rossa in Afganistan, della caduta del Muro, del Sinai, del Golfo……ma non vedo foto di questa guerra, dei vincitori o degli sconfitti. Mi chuedo se non ci sono o se non ce le fanno vedere. Posso anche arrivare a chiedermi se questo pittoresco Califfato esiste o se per qualche motivo se lo siano inventato. Uno strano esercito di mezzi fuoristrada e armi medio pesanti che occorrono mesi per respingere quando sette o otto divisioni corazzate avrebbero potuto fare meglio piu’ in fretta e cetamente con meno danni ai civili dei bombardamenti aerei. Qualcosa non mi e’ chiaro

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: