Annunci
Servizi dal mondo

Israele respinge iniziativa di pace della Francia

israele-respinge-iniziativa-di-pace-francese-per-medio-oriente

Netanyahu incontra il primo ministro francese Valls. Israele respinge l’iniziativa di pace francese per la pace in Medio Oriente

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu respinge l’iniziativa di pace per il Medio Oriente della Francia. La proposta francese è stata presentata a Gerusalemme dal primo ministro Manuel Valls durante un incontro con il premier israeliano.

Il primo ministro di Parigi è in visita ufficiale in Israele e territori palestinesi per presentare il piano francese di rilancio del processo di pace tra israeliani e palestinesi, e il percorso di costruzione di uno Stato palestinese.

L’iniziativa di pace francese si basa su un approccio multilaterale. Il piano parte dalla promozione di alcuni summit a livello internazionale con la partecipazione di una serie di Paesi. Il primo di questi avrà luogo il 3 giugno senza la presenza di delegazioni israeliane e palestinesi. Un incontro successivo si terrà in autunno dove invece saranno invitati le due parti. La road map francese riporta il processo di pace in una dimensione internazionale, sottoponendo il percorso a un’assise di Stati. Forse un modo, quello della diplomazia francese, per dare più forza e legittimità internazionale a un futuro percorso di pace.

Alla vision multilaterale francese del processo di pace si contrappone il bilateralismo di Israele. Netanyahu è stato chiaro con Valls. Occorre ripartire dal dialogo diretto di Israele con i palestinesi. E così Netanyahu ha proposto un incontro tra lui e il presidente palestinese Mahmoud Abbas a Parigi.  “Il solo modo per riprendere il processo di pace – ha detto Netanyahu secondo quanto riporta la rivista World Affairs– sono i negoziati diretti tra israeliani e palestinesi”. Il punto di vista israeliano, quindi, esprime un’altra via per rilanciare il percorso di pace con i palestinesi.

Il presidente palestinese Abbas ha comunicato la sua adesione all’iniziativa multilaterale della Francia. I palestinesi sostengono che anni di negoziati diretti con Israele non hanno posto fine all’occupazione. Una posizione completamente opposta a quella espressa da Netanyahu a Valls. Non è detto che questo significhi un’opposizione di Abbas al percorso dei negoziati bilaterali proposto dal premier israeliano. Dalla conciliazione tra queste posizioni dipende la buona riuscita di un rilancio della road map per la pace in Medio Oriente e per la costruzione di uno Stato palestinese. L’ultimo tentativo fu quello americano nel 2014. Entrò in una fase di stallo che in Medio Oriente significa fallimento. Spetta ora alle parti evitare che si ripeta. I segnali dal governo israeliano verso la proposta francese non auspicano nulla di buono.

Annunci
Informazioni su Redazione ()
Magazine online di affari internazionali. Si occupa di informazione sui temi della diplomazia, economia internazionale, cultura e sviluppo.

4 Trackbacks / Pingbacks

  1. Israele e l’iniziativa di pace araba con i palestinesi – Notiziario Estero
  2. Come la conferenza di Parigi sul Medio Oriente manda segnali a Trump – Notiziario Estero
  3. Perché la conferenza di Parigi sul Medio Oriente parla a Trump – Notiziario Estero
  4. Trump a Netanyahu: siamo per soluzione di pace condivisa – Notiziario Estero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: