Annunci
Servizi dal mondo

La Guinea Equatoriale rielegge il suo presidente padrone

Teodoro Obiang Nguema guadagna quasi il 100% dei consensi. Dopo 37 anni di presidenza del Paese africano, è stato rieletto quasi all’unanimità. E’ il capo di stato più longevo d’Africa. Non ha partecipato alle elezioni il principale partito d’opposizione.

guinea-equatoriale-presidente

Il presidente padrone della Guinea Equatoriale è rieletto quasi col 100% (foto dal sito dell’Onu).

Il mal politico d’Africa passa dalla Guinea Equatoriale. Il piccolo Stato vota quasi all’unanimità Teodoro Obiang Nguema, presidente per 37 anni del Paese. Con una percentuale vicina al 100% (i dati sono ancora da confermare), Nguema è il presidente più longevo d’Africa. Con le elezioni di domenica 24 aprile, si è assicurato il “posto” – salvo imprevisti- fino al 2023.

Il principale partito di opposizione -Convergencia para la democracìa social (Cpds) – ha scelto di non partecipare alla competizione elettorale per le presidenziali in Guinea Equatoriale. Secondo l’opposizione, il partito del presidente ha creato un clima di repressione e mancanza di libertà verso le altre forze politiche che ha reso inutile qualunque partecipazione. In particolare, contestano al presidente il fatto che le elezioni sono state rese pubbliche solo 43 giorni prima del giorno stabilito per la votazione. Una scelta che non ha dato al partito Cpds la possibilità di prepararsi. A ciò si aggiunge il clima di repressione. Lo scorso 21 aprile, per esempio, un gruppo di militari ha fatto irruzione nella sede del partito Ciudadanos para la Innovaciòn dove era in corso una riunione di militanti. Il capo della campagna elettorale è stato arrestato e torturato.

La Guinea Equatoriale è un piccolo Paese con circa un milione di abitanti e vive in buona parte grazie alle sue riserve petrolifere. Fin dal suo arrivo al potere, Nguema ha governato il Paese con il bastone. Secondo l’opposizione, starebbe preparando la strada per suo figlio Teodorìn, nominato vicepresidente. Il Paese è sull’orlo di una crisi economica causata dall’abbassamento dei prezzi del petrolio. Molte persone sono rimaste senza impiego. La situazione politica non aiuta e il malcontento sta crescendo nel Paese. Tutti a quanto sembra votano però gli Nguema.

Annunci
Informazioni su Redazione ()
Magazine online di politica estera e attualità internazionale. Si occupa di informazione sui temi della diplomazia, economia internazionale, cultura e sviluppo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: