Annunci
Servizi dal mondo

Caso Regeni, quali sono le misure immediate e proporzionali del ministro Gentiloni?

Alta tensione tra Italia e Egitto sul caso Regeni. La morte del giovane ricercatore italiano destabilizza le relazioni diplomatiche tra il Cairo e Roma.

In Parlamento, il ministro degli esteri italiano  Paolo Gentiloni aveva parlato di “misure immediate e proporzionali” nel caso in cui non uscisse la verita’.

Quali sono queste misure di cui ha parlato il Ministro? Cerchiamo di capirlo soprattutto ora che la tensione diplomatica e’ altissima dopo il rifiuto del Ministero degli esteri egiziano a fornire all’Italia le registrazioni telefoniche.

La ritorsione italiana e’ consistita nel richiamo a Roma per consultazioni del nostro ambasciatore al Cairo Maurizio Massari.

Il richiamo per consultazioni e’ una prassi tipica dei rapporti tra gli Stati. Quando si fa rientrare in patria il proprio rappresentante diplomatico si da’ un segnale forte di essere vicini alla rottura delle relazioni. Certo non siamo ancora alla inimicizia vera e propria, ma poco ci manca. Ora, occorre vedere cosa fara’ l’Egitto.

Le misure immediate e proporzionali di Gentiloni si fermano qui? Il ministro potrebbe anche passare a scelte piu’ severe.

Una di queste potrebbe consistere nell’interruzione degli scambi culturali tra i due Paesi. In particolare verrebbero prese misure cautelative per ricercatori e studenti con limitazioni alle iscrizioni nelle nostre universita’.

La seconda mossa dell’Italia sarebbe di agire sul turismo. La Farnesina puo’ lanciare un travel warning dichiarando l’Egitto come Paese poco sicuro per i turisti. Questa decisione peserebbe molto sull’economia egiziana, fondata anche sul turismo, e in crisi per le vicende del terrorismo islamico. Gli italiani sonp tra i maggiori frequentatori dei villaggi turistici egiziani e delle citta’ culturali.

A livello politico, Roma potrebbe scegliere la linea del cosiddetto downgrade del livello degli incontri. Significa che ai vertici con le autorita’ egiziane ci vanno figure di livello piu’ basso. Come ad esempio sottosegretari anziche’ ministri. Inoltre, il governo italiano potrebbe anche sospendere i summit intergovernativi. Il prossimo, in agenda ad aprile, e’ stato gia’ annullato.

Le misure piu’ severe sarebbero quelle economiche. Sanzioni e blocco degli accordi commerciali. Certo un’azione unilaterale dell’Italia avrebbe meno conseguenze rispetto a una decisipne europea. Pero’ qualche conseguenza puo’ averla. E non solo sull’ Egitto. Anche sull’Italia. Prendiamo in considerazione l’Eni, che ha investimenti per miliardi nel Paese. Quella economica rischia di essere per l’Italia una misura autolesionistica.

Annunci
Informazioni su Redazione ()
Magazine online di politica estera e attualità internazionale. Si occupa di informazione sui temi della diplomazia, economia internazionale, cultura e sviluppo.

3 Commenti su Caso Regeni, quali sono le misure immediate e proporzionali del ministro Gentiloni?

  1. di questo triste caso, lasciando da parte i sentimenti verso una persona defunta tragicamente e la sua famiglia di conseguenza, mi lasciano perplesso alcuni passaggi. Se é vero, come pare possa essere vero, che a commettere il delitto sono stati agenti (ufficiali o deviati) dei servizi egiziani, come possono essere stati così stupidi e dilettantistici da non far sparire il cadavere? Se non si fosse più trovato il corpo, Regeni sarebbe solamente scomparso. Oltre a questo, possibile che una persona, per quanto ingenua e sprovveduta possa essere, compia azioni di spionaggio (perchè tali erano a quanto pare) a beneficio di se stesso e di un blog? Delle due, o il mondo si é messo a girare a rovescio oppure qui siamo in un Paese con una sorta di Mincupop che ci passa solo notizie edulcorate e politicamente corrette. Non dimentichiamo che il Prof. Luraghi, insigne storico e ricercatore, chiosa la sua “Storia della guerra civile americana” asserendo che il concetto di “politicamente corretto” ha ucciso la Storia per tramandarci semplici storielle

    Mi piace

  2. Interessante il passaggio di Luraghi. Su Regeni temo che il governo italiano riesca a fare uno dei suoi soliti pasticci, portandoci a litigare con il Cairo, a non risolvere nulla e ingarbugliare tutto.

    Mi piace

  3. sono di natura sospettoso e fatico a credere alla stupidità altrui, la mia mi basta. Che questi Ministri degli Esteri degli ultimi anni fossero tutti così stupidi da perdersi due sottuficiali di marina e un cosidetto ricercatore faccio fatica a crederlo. Alle volte é meglio lasciare le cose come stanno per non sollevare questioni peggiori e ancor più imbarazzanti

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: