Annunci
Servizi dal mondo

Usa attaccano Isis in Libia

Gli Usa all’attacco dell’Isis in Libia. Oltre 40 morti.

Raid aerei americani all’alba alla frontiera con la Tunisia. Usa attaccano Isis in Libia. Oltre 40 morti.

Secondo le agenzie internazionali, i caccia americani hanno bombardato oggi alcuni campi di addestramento dell’Isis in Libia. L’attacco era stato annunciato dal segretario alla difesa Ash Carter la scorsa settimana. Carter aveva detto che gli Usa avrebbero perseguito gli obiettivi Isis in Libia.

L’obiettivo dei raid Usa odierni, secondo un funzionario del Dipartimento di Stato citato dalla Bbc, era la distruzione di alcuni centri dell’Isis sul territorio libico e un leader islamico estremista tunisino. Si tratta di Noureddine Chouchane, legato a due attacchi in Tunisia l’anno scorso. In uno di questi erano morti 30 cittadini britannici. Chouchane è considerato una delle menti dietro l’attentato al Museo del Bardo dello scorso anno.

I bombardamento degli Stati Uniti sono cominciati prima dell’alba. I caccia hanno colpito obiettivi dell’Isis vicini alla frontiera con la Tunisia. Località lontane dalla città di Sirte, centrale dello Stato Islamico in Libia.

Secondo il corrispondente della Bbc, l’attacco Usa all’Isis in Libia ha poco impatto sulla guerra total ai jihadisti di Abu Bakr al-Baghdadi.

Annunci
Informazioni su Redazione ()
Magazine online di politica estera e attualità internazionale. Si occupa di informazione sui temi della diplomazia, economia internazionale, cultura e sviluppo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: