Perché il Gambia diventa una Repubblica Islamica

0
4
Yahya Jammeh-presidente-gambia-dichiara-stato-repubblica-islamica
Il presidente del Gambia Yahya Jammeh ha dichiarato che il Paese è una Repubblica Islamica

Il presidente del Gambia ha dichiarato che il piccolo paese africano è diventato una Repubblica islamica in linea con “la religione praticata dalla maggioranza” e per rompere “con il passato coloniale”. Yahya Jammeh ha però precisato che questa decisione non comporterà l’imposizione di un codice per l’abbigliamento e che i fedeli di altri religioni potranno praticare liberamente. Le altre repubbliche islamiche nel mondo sono Iran, Pakistan e Mauritania.

Secondo il blogger Sidi Sanneh, ex Ministro degli esteri del Paese e ora dissidente negli Stati Uniti, Jammeh sta cercando di avvicinarsi al mondo arabo per avere aiuti allo sviluppo dopo che i rapporti con il mondo occidentale si sono deteriorati negli ultimi anni. In particolare, il Gambia è in fondo alla classifica del rispetto dei diritti umani. Soltanto a novembre è stata messa fuorilegge la pratica della mutilazione degli organi genitali femminili. La legge fu il risultato di una pressione internazionale nata da una campagna di sensibilizzazione che ebbe il britannico The Guardian in prima linea.

Advertisements
Annunci

1 COMMENT

  1. L’Africa agli africani!!! questo vecchio grido da liberals é più che mai di attualità. L’Africa si può soggiogare, com’é stato fatto per secoli, oppure lasciar perdere. Ogni Paese, sia a Oriente che a Occidente, ha già molti problemi sia a causa della globale recessione economica sia a causa dei diritti civili poco rispettati ovunque (pensiamo solamente al ridicolo processo per la morte di Chiara Poggi). Allora smettiamola di occuparci delle pagliuzze negli occhi altrui e proviamo a toglierci finalmente le travi dai nostri. Occuparsi dell’Africa vuol dire farsi tacciare di neo-colonialismo (a parte il colonialismo cinese di cui nessuno vuole parlare). Noi siamo gli europei, quelli che hanno inventato e sviluppato la politica coloniale specialmente in Africa, come può venirci in mente, ora, solo ora, come se noi o loro fossimo cambiati radicalmente, di provare a risolvere i problemi di un continente che, pur con mezzi moderni e tecnologia, vive di regole che risalgono al Neolitico?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here