Stato Islamico: allarme per Vaticano e Milano

0
3

L’Fbi avverte che nel mirino dell’Isis ci sono il Vaticano e Milano. A Saint Denis, periferia di Parigi, blitz della polizia francese contro un covo di terroristi che progettavano attentati alla Defense e all’aeroporto Charles De Gaulle. Probabilmente ucciso la mente degli attacchi di Parigi, Abdelhamid Abaaoud.

stato-islamico-minaccia-milano-e-vaticano
Il blitz delle teste di cuoio francesi a Saint-Denis, Parigi. E l’Fbi avverte: rischi attentati a Milano e Vaticano

Gli Stati Uniti avvertono l’Italia del pericolo di attentati da parte di militanti dello Stato Islamico. La Federal Bureau Investigation (Fbi) Usa ha segnalato ai servizi di intelligence italiani che sono nel mirino dei terroristi il Duomo e la Scala a Milano e la Basilica di San Pietro in Vaticano.

L’Fbi, riporta l’Ansa, avrebbe informato i servizi italiani dei rischi dopo avere ricevuto a sua volta una segnalazione dalla Dea, l’agenzia antidroga degli Stati Uniti.

“Chiediamo ad Allah di sostenere i mujaheddin contro gli agenti dei leader dell’idolatria e i crociati finché la bandiera del Califfato non sarà issata su Istanbul e la Città del Vaticano”. E’ la minaccia dell’Isis contenuta nell’ultimo numero del loro magazine, Dabiq.

Intanto in Francia la giornata ha tenuto col fiato sospeso gli abitanti di Saint-Denis, banlieue alla periferia di Parigi. Un blitz della polizia francese ha attaccato un covo di terroristi che stavano progettando attentati al quartiere commerciale parigino della Defense e al principale aeroporto della capitale francese Charles De Gaulle. Il covo è stato localizzato grazie a un sms su un telefonino gettato in cestino da uno dei kamikaze del venerdì nero di Parigi.

Nel blitz, vicino allo Stade de France, sono morti due terroristi. Una di loro si è fatta esplodere con la cintura esplosiva. Otto gli arresti. Nei due appartamenti individuati, potrebbe essere morto Abdelhamid Abaaoud, considerato la mente degli attacchi a Parigi. La polizia ha setacciato casa per casa nel quartiere, ogni negozio e persino la chiesa Eglise Neuve di Saint-Denis. Dopo le perquisizione della polizia francese, che ha sparato nel blitz oltre 5000 colpi, la situazione poi è tornata alla normalità. Per Francois Hollande, la Francia è in guerra e quindi verranno usate misure emergenziali come quelle di Saint-Denis.

Advertisements
Annunci

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here