Ucraina: “Il conflitto potrebbe allargarsi”

0
1

Voci autorevoli nelle capitali europee e a Washington parlano di un possibile allargamento della crisi. Lo riporta la rivista americana The Nation.

Voci autorevoli sostengono che il conflitto ucraino potrebbe allargarsi presto
Oltre un milione di civili ha abbandonato le zone contese nell’est Ucraina

Il conflitto in Ucraina potrebbe presto allargarsi. A dirlo è Stephen Cohen, firma importante della rivista americana The Nation e professore di storia russa della New York University e a Princeton.

In un’intervista radiofonica, Cohen spiega che: “Voci autorevoli a Kiev, Bruxelles, Washington e nelle principali capitali europee dicono che sta per arrivare un allargamento della guerra ucraina”. Cohen racconta anche di resoconti su armi che circolano nei territori controllati da Kiev, e in quelli dei separatisti filo russi.

Secondo l’editorialista statunitense, l’attuale situazione di crisi geopolitica è stata in parte creata dalla strategia di espansione della Nato. “Quando si dice che Putin sta smantellando l’ordine post-sovietico creato in Europa” – chiosa Cohen- “ci si dimentica di ricordare che la Russia è stata esclusa in modo deciso da quell’ordine”.

Ascolta l’intervista a Stephen Cohen

Intanto nell’est Ucraina la tregua è sempre più in bilico. Nell’ultima settimana sono stati uccisi otto soldati ucraini e 40 sono rimasti feriti a seguito degli attacchi condotti dai separatisti filo russi. Si è trattato degli scontri più forti dagli accordi di Minsk dello scorso febbraio.

Un servizio del The Guardian parla di civili che continuano a fuggire dalle zone contese. Dall’inizio della crisi ucraina sono più di un milione le persone fuggite e circa 6200 i morti da aprile 2014.

Advertisements
Annunci

1 COMMENT

  1. Che i pazzi guerrafondai stiano di nuovo tentando la via dell’escalation militare? Difficile ma non impossibile, considerando i soggetti coinvolti.

    Mi vien da chiedermi però: guerra con quali soldati ora? L’ultima leva ucraina ha disertato in massa – almeno stando a voci informate provenienti da Kiev. E dal lato dei ribelli ci sono pochi uomini e pochissimi mezzi. Forse stiamo per assistere ad un incremento nella presenza di mercenari?

    • La posizione del “partito della guerra” americano che chiede a Obama di dare armi agli ucraini e sanzioni economiche più severe verso la Russia fa pensare a uno spregiudicato tentativo di mettere in crisi Mosca attraverso la questione ucraina. Mi par di capire che avrebbero tutto l’appoggio di Poroshenko. Il clima contro gli accordi di Minsk è già stato creato. Ora basta un casus belli qualunque (qualcosa già c’è stato) per mandare tutto di nuovo a gambe all’aria. Non saprei se con mercenari o eserciti più o meno regolari.

  2. Quindi ?
    Il problema di tutta questa guerra qual’e’ ?
    Che Putin ha smantellato comunismo post soviet in EU. e non nella SUA Russia che aministrera’ come vogliono, loro.. i Russi ?
    O che di norma la gente e’ normale che scappa..
    dalle bombe ?
    “Non capisco.”
    Se ogni uno guardasse le cagate che fa’ in casa propria, non avremmo gia risolto la crisi ?!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here