Isis: l’esercito iracheno libera Tikrit

0
1

L’esercito iracheno, con l’appoggio di milizie sciite filogovernative, ha “liberato” dai jihadisti dello Stato islamico (Is) Tikrit, la città dell’Iraq settentrionale che ha dato i natali a Saddam Hussein /VIDEO. Lo ha reso noto l’emittente al-Arabiya, citando una fonte tribale della provincia di Salaheddine.

Secondo la fonte, le forze governative sono riuscite a raggiungere il centro della città dopo “violenti scontri” con l’Is nei quali “decine di jihadisti sono rimasti uccisi”.

L’offensiva per liberare Tikrit è scattata la scorsa settimana. Ieri la battaglia era entrata nel vivo. La stessa tv satellitare araba aveva riferito che la città era completamente circondata dalle truppe governative, che avevano riconquistato l’ospedale della città, situato nella zona sud. Per frenare l’avanzata dei governativi verso il centro della città, i jihadisti avevano fatto esplodere un ponte nella parte orientale. Fonti locali parlavano, inoltre, di numerosi cadaveri di militanti dell’Is nelle strade del quartiere di Qadissya.

Intanto è di almeno 48 morti il bilancio della serie di attentati e scontri che si sono registrati oggi a Ramadi, provincia dell’Anbar, nell’Iraq occidentale. Lo ha riferito Sabah Karhout, presidente del consiglio provinciale dell’Anbar, citato dall’agenzia turca Anadolu.

Secondo la fonte, 43 delle vittime sono militanti dell’Is e tra loro ci sono 17 kamikaze. Tra le altre cinque vittime si contano due poliziotti. I feriti sono 34. Secondo fonti della sicurezza citate dall’agenzia Xinhua, invece, sono almeno 17 gli uomini delle forze di sicurezza uccisi dai jihadisti.

Le violenze sono iniziate quando l’Is ha lanciato alcuni attacchi con colpi di mortaio, prima di inviare i suoi kamikaze (almeno sette) contro una serie di posti di blocco ed edifici pubblici. I militari hanno risposto agli attacchi e ci sono stati anche due raid aerei della coalizione internazionale contro postazioni dell’Is.

Advertisements
Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here