Londra invia consiglieri militari in Ucraina

0
4

cameron

Il cessate il fuoco definito a Minsk lo scorso 12 febbraio traballa sotto i colpi dell’artiglieria. Kiev ha spiegato di non ritirare le armi pesanti (leggi l’articolo da Notiziario Estero) perché i separatisti filorussi continuano a bombardare le postazioni. A gettare benzina sul fuoco ci si mette anche la Gran Bretagna. Il primo ministro David Cameron ha annunciato che personale militare inglese sarà mandato in Ucraina (leggi l’articolo della BBC) nelle prossime settimane per fornire consulenza e addestramento. La missione, riporta la BBC, dovrebbe coinvolgere 75 soldati britannici divisi in quattro squadre operativi in un’area distante dalla zona del conflitto e fornendo supporto medico, logistico, di intelligence. Mentre Cameron faceva l’annuncio, i filorussi comunicavano che stavano portando via l’artiglieria pesante dal fronte ucraino come stabilito negli accordi di Minsk. Cameron ha anche aggiunto che chiederà sanzioni più pesanti verso la Russia se i separatisti non rispetteranno la tregua. Intanto, i ministri degli esteri di Russia, Ucraina, Francia e Germania si sono incontrati a Parigi per rilanciare il cessate il fuoco. I risultati, riporta la BBC, però sono stati scarsi.

Il servizio del Guardian

Advertisements
Annunci

1 COMMENT

  1. Resta il nodo della carne da macello. Istruttori e fucili non servono, se non ci sono coscritti; e pare che sia questo il problema scottante adesso. Parecchi ucraini si stanno ribellando.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here