Assalto alla Sinagoga di Gerusalemme

Attacco in una Sinagoga di Gerusalemme

“Siamo nel mezzo di un attacco concentrato su Gerusalemme”. Lo ha detto, citato dai media, il premier Benyamin Netanyahu parlando a Gerusalemme dopo l’attentato di oggi.

Due uomini sono entrati all’alba in una sinagoga a Gerusalemme uccidendo quattro israeliani e ferendone altri sette, due sono in gravissime condizioni. L’aggressione sarebbe avvenuta con asce e coltelli. Testimoni sul posto parlano di ”scena terrificante”. La sinagoga è nei sobborghi di Har Nof della città. Tre vittime dell’attacco alla sinagoga di Gerusalemme avevano anche la cittadinanza americana, il quarto quella britannica. Le vittime sono: il rabbino Moshe Twersky (59 anni), il rabbino Aryeh Kupinsky (43), il rabbino Kalman Zeev Levin (55), e il rabbino Avraham Shmuel Goldberg (68). Secondo Haaretz, quest’ultimo aveva la cittadinanza britannica. I due autori dell’attacco sono stati uccisi. Sono originari di Jabel Mukaber, quartiere arabo di Gerusalemme est. Leggi la notizia dell’Ansa

Rispondi